Categoria: blog

<p>Le nostre piccole e grandi avventure di ogni giorno.</p>

Fate la nanna (fuga da Alcatraz)

Foto dal web

Ore 21. Sei nella stanza dei tuoi figli, li hai appena stesi al tappeto a suon di fiabe lette con voce suadente e russano come Peppa e George. Li osservi amorevole nella luce soffusa, accarezzi loro i capelli, fai per alzarti dalla sedia quando dalle parti del tuo ginocchio si ode un CROC: se qualcuno improvvisasse un concerto di house music nel tuo giardino i figli continuerebbero a dormire beati, invece basta un minuscolo lamento della tua rotula e quei due balzano a sedere come se gli avessi suonato un gong all’orecchio.
(altro…)

I salti magici e quei momenti che non tornano più

Saltare è uno dei giochi preferiti di Michele. Non ha ancora imparato come staccarsi da terra ma si impegna molto e sembra felice dei risultati: ti avvisa con un “Sàttooo!”, si esibisce nel gesto atletico, […]

Le mamme, Instagram e la felicità

La mamma con due triliardi di follower su Instagram si sveglia al mattino nella sua camera da letto immacolata, con fiori tropicali freschi sul comodino e scendiletto di crine di unicorno. Mentre si stiracchia sul materasso […]

Il bipolarismo delle mamme

  Essere mamma significa anche essere bipolari. Magari ti svegli una bella mattina felice e grata come quella scema di Pollyanna per essere riuscita a dormire ben quattro ore filate, scendi dal letto con una […]

Biciclette

Nella città in cui sono nata, tutti sanno andare in bicicletta. I bambini, detti anche “cinni”, fanno appena in tempo ad imparare a camminare che mamma e papà li mettono su un triciclo, poi su […]

Imparare a volare

Da qualche giorno Michele prova a saltare.  Piega le ginocchia, abbassa le braccia, poi le slancia verso l’alto emettendo un “Ghh!” degno dei migliori atleti olimpici, rullo di tamburi e… hop!

I figli, il sonno e l’ordine cosmico

La vita di una mamma è fatta anche di misteri insondabili. Al primo posto io metterei senza dubbio la famigerata “Questione Sonno”, scientificamente detta “Perché ca**o i figli dormono come sassi quando la mamma non […]

Libreria Acqua Alta, i libri in gondola

A Venezia c’è un posto incredibile che non potete non visitare: è la libreria Acqua Alta. Cercate Calle Lunga Santa Maria Formosa e la riconoscerete subito. Del resto, lo dice anche il cartello all’ingresso: “Welcome […]

Domani cresco

A volte Zoe lamenta dolori in varie parti del corpo: una volta è un ginocchio, un’altra il polso. Appurato che non è nulla di grave le spiego la mia teoria in proposito, anche se non […]

Dolci speranze

È mentre vi spio giocare insieme, sbirciando da dietro un angolo della sala per riempirmi gli occhi di quanto incredibili siate, che dici a tuo fratello “Aspetta, amore, ti insegno io”.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.