“E io dove stavo?”, l’educazione sessuale spiegata ai piccoli


Oggi parliamo di educazione sessuale.
La semplice lettura della prima frase vi ha provocato un brivido freddo? Bene, allora questo è il libro che fa per voi.
Negli ultimi tempi mi è capitato di confrontarmi con genitori che hanno serie difficoltà anche solo all’idea di spiegare ai propri figli come sono nati. Non che io sia mai rimasta impassibile all’idea di raccontare ai miei bimbi il concepimento, ma mi sembra ridicolo e controproducente dribblare le domande scomode dei figli con fantasiose invenzioni su cicogne e semini magici.
I bambini non sanno nemmeno cosa significhi scandalizzarsi perché non hanno malizia, ma assorbono le informazioni come piccole spugne. Perciò, se racconteremo loro frottole, oltre a perdere credibilità ai loro occhi riempiremo le loro testoline di ridicolaggini e della sensazione che certi argomenti siano tabù, col rischio che da adolescenti si lascino confondere le idee da coetanei male informati o informazioni prese chissà dove; se diremo la verità senza vergognarci (perché non mi risulta che qualcuno di noi sia davvero stato trovato sotto un cavolo) gli insegneremo come si viene al mondo, né più, né meno. Non è una cosa meravigliosa?
Ho comprato questo libro a Zoe quando aveva quasi tre anni, perché aspettavo il suo fratellino e lei mi chiedeva insistentemente come ci fosse finito, quel fratello, nella mia pancia. Non ero sicura di avere le parole giuste per spiegarglielo, così, dopo una breve ricerca, Zoe, il pancione e io abbiamo fatto una puntata in libreria e la sera stessa leggevamo insieme “E io dove stavo?”, di Editoriale Scienza, collana Bellodasapere.
La storia comincia dall’incontro fra ovuli e spermatozoi e prosegue per i successivi nove mesi fino al parto. Ogni aspetto del concepimento e della gravidanza, dalle cellule, ai cromosomi, al liquido amniotico, è descritta con parole semplici e chiare. Non viene omesso nulla, ma resterete stupiti della naturalezza con cui i bambini riceveranno tutte le informazioni se voi sarete trasmetterle per quello che sono: nozioni.
I testi di Mick Manning sono illustrati da Brita Granström e li trovo entrambi perfetti per i bambini (i miei mi hanno chiesto di rileggere, ad esempio, la vita del feto nel ventre materno), perché uniscono parole semplici a immagini grandi, colorate e accattivanti.
Perciò non siate timidi, e ricordate che l’età giusta per spiegare l’educazione sessuale ai figli non c’è. L’età giusta è quando loro iniziano a tempestarvi di domande (ed è – sigh! – molto prima di quanto ogni genitore pensi perché i nostri figli sono parecchio più svegli e curiosi di noi).
Buona lettura!

E io dove stavo?
Testi: Mick Manning
Illustrazioni: Brita Granström
Editoriale Scienza
Anno di edizione: 2001
Prezzo: € 13.90
Età di lettura: dai tre anni (e come ripassino per gli adulti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.