Famiglia

Quando penso alla famiglia mi viene sempre in mente la scena di un film: lui che, dopo il lavoro, in auto sul vialetto di casa guarda la sua compagna e suo figlio che ballano dietro la finestra illuminata.
Osserva la sua famiglia, il mondo che lui ha contribuito a costruire, che ha voluto, scelto. Ma scelto fino a quando? Varcherà il portone?
Fuggirà?

La famiglia è un compromesso.
La famiglia è una scelta quotidiana, un alternarsi di gioia e solidarietà e fatica che ti consuma. Non è nelle foto perfette che vedi su Instagram, né nelle cenette a lume di candela su Facebook, nelle vacanze in barca o nei sorrisi dei figli. E’ molto di più della foto del primo giorno di scuola, del ritratto di due sposi dai denti bianchissmi, dell’anello del primo anniversario.
La famiglia, a volte, è un urlo alla fine di una giornata faticosa.
E’ un senso unico quando tu avresti voglia di svoltare.
La famiglia è far convivere caratteri, umori, tutti sotto lo stesso,
piccolo cielo in una stanza. E’ svegliarsi con la luna storta una mattina e contagiare tutti gli altri, e sentirsi in colpa fino a sera.
La famiglia può far venire voglia di dire “ragazzi, vado un attimo a comprare il latte” e non tornare più. Una voglia fortissima.
La famiglia è un equilibrio precario che costantemente si crea e si disfa come la schiuma del cappuccino, la famiglia siamo noi, pietre una sull’altra, una appoggiata all’altra, di forme diverse, con qualche spigolo da smussare per sostenersi e non cadere.
La famiglia, poi, è andare al mare un pomeriggio, a cercare conchiglie, scaldarsi le ossa al sole di ottobre, guardare le barche all’orizzonte. Osservare una signora che lancia un sasso in acqua, in quel momento un gabbiano si alza in volo e sembra che prenda il volo proprio dalla sua mano, che specie di magia. Guardare cani e padroni a passeggio, respirare l’aria fresca e salmastra di un mare color acciaio. Stare seduti vicini, senza dire niente, poca voglia di parole. Ecco, siamo questi, gomito a gomito, e questo è il mare. Questo è tutto. Famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.