“Il grande grosso libro delle famiglie”, scoprire un mondo a colori


(Premessa: mi piacciono i libri che parlano della ‘realtà’ ai bambini. Mi piacciono quei libri che aiutano noi genitori a spiegare ai nostri figli come va il mondo e cosa succede fuori dalla loro piccola bolla famigliare, perché accompagnarli verso l’altro e verso l’accoglienza è un compito non facile; spesso può capitare che una mamma o un papà abbiano bisogno di rinforzi, e i libri possono essere ottimi alleati in questo).

Mi è capitato spesso, andando al parco, a scuola, viaggiando, che Zoe mi chiedesse come mai altri bambini avevano famiglie diverse dalla nostra. O perché abitassero in case così diverse, o vivessero dai nonni, o perché mangiassero cibi differenti. Ho sempre cercato di spiegarle, a modo mio, che esistono culture differenti, stili di vita diversi, famiglie di ogni tipo – senza mai raccontarle bugie.

“Il grande grosso libro delle famiglie”, edito da Lo Stampatello, non è solo un racconto per bambini sulle differenze fra persone, abitudini, situazioni. È un viaggio illustrato attraverso la variopinta diversità degli esseri umani.

Il libro prende le mosse dalla famiglia tradizionale per poi salpare verso il mondo reale, in cui le famiglie sono anche monogenitoriali, omogenitoriali, affidatarie, adottive e chi più ne ha più ne metta.
Nel mondo di tutti, che non è quello recintato, perfetto e asettico in cui, soprattutto oggi, alcuni retrogradi vorrebbero rinchiudere gli individui, le famiglie sono organizzate secondo regole personalissime. A volte lavorano entrambi i genitori, altre solo uno, altre ancora, purtroppo, nessuno dei due. “Alcune famiglie vivono in case grandi e alcune famiglie vivono in piccoli appartamenti”, “E certi non hanno nemmeno una casa”.
C’è chi va in vacanza e chi non può, chi mangia il cibo del proprio orto e chi acquista pasti pronti, chi veste abiti usati e chi si veste come gli pare, chi ha animali da compagnia e chi festeggia i compleanni, ramadan, hannukah, battesimi e capodanno cinese.
In alcune famiglie si mostrano i propri sentimenti, altre sono più riservate. Alcune si spostano con l’auto, altre in bici, altre con mezzi differenti. Alcune hanno hobby in comune, in altre ognuno fa ciò che gli piace.
“Quindi le famiglie possono essere grandi, piccole, felici, infelici, ricche, povere, chiassose, tranquille, complicate, di buon carattere, ansiose o rilassate. La maggior parte delle famiglie è tutte queste cose contemporaneamente”.
I bambini si identificheranno facilmente in alcune pagine di questo libro e, con così tanti colori e stili di vita sotto gli occhi, gli sarà più facile comprendere che ogni realtà diversa dalla loro è degna di rispetto e considerazione. Ma forse i nostri figli questo lo sanno già. Forse è a noi adulti che serve un ripassino, non trovate?

A Zoe (quasi sei anni) è piaciuto perché: ha trovato risposta a molte delle sue domande e curiosità sui diversi stili di vita
A Michele (tre anni) è piaciuto perché: è colorato, ha illustrazioni affascinanti e gli offre un primo assaggio di mondo in chiave positiva e allegra.

Il grande grosso libro delle famiglie
Testi: Mary Hoffman
Illustrazioni: Ros Asquith
Lo Stampatello
Anno di edizione: 2010
Prezzo: € 13,80
Età di lettura: dai quattro anni (e come ripassino per gli adulti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.