La fuga

Illustrazione di Yukiko Tanemura.

A casa.
“Mamma, posso mangiare un altro cioccolatino della Befana?”.
“No, amore, oggi ne hai già mangiati abbastanza. Lo sai che poi ti viene mal di pancia”.
“Uffa però! Oggi è il più brutto giorno della mia vitaaa (ultimamente la quattrenne di casa manifesta una leggera tendenza al melodramma)”.


“Addirittura”.
“Sì mamma! Io sono stanca di abitare con te, babbo e Michi!“.
“Amore, mi sa che l’unica soluzione è andare a vivere per conto tuo”.
“Ok!”.
Zoe va nell’ingresso, infila cappello e sciarpa. Quando ha ormai gli stivali di gomma ai piedi si ferma e torna in cucina.
“Mamma, non posso andare via. E se mi arresta la polizia mentre guido? …e poi non so spingere quel pulsante in macchina”.
“Eh, mi sa che hai ragione”.
“…”.
“…”.
“Mamma, guardiamo un cartoncino?”.
“Ok”.

[Ore dopo, io mi sto ancora chiedendo:
1) se fra una quindicina d’anni l’uscita di casa di Zoe sarà così rapida e indolore;
2) quale sia il pulsante della mia auto che lei conosce e io no].

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.