Socializzare in spiaggia, parte prima

Siamo in spiaggia. Zoe, stufa di farsi distruggere i castelli di sabbia dal fratellino, si guarda attorno un po’ annoiata, quando ecco, all’orizzonte appare lui: un bambino della sua età. Le va incontro, sì, ha scelto proprio lei fra tutti i bambini del bagno R. Le si presenta: si chiama Lorenzo. Le chiede di giocare insieme. Insomma, la perfezione: gentile, educato, fa tutto lui.

Evvai, penso, un nuovo amichetto, quanto è stato facile.
Lorenzo è insieme alla nonna, una bella signora sulla settantina dai capelli bianchi.
“Giochi a palla con me?”, le domanda di nuovo l’intraprendente Lorenzo, mentre la nonna e io li osserviamo intenerite.
Zoe osserva lui, poi la nonna. Sembra preoccupata. Io mi dico “Ma che bambina dolce e timida che ho!”. Ma la bambina dolce e timida, con un tono di voce udibilissimo (sigh), mi dice: “Mamma, la nonna di Lorenzo ha i capelli bianchissimi! E’ vecchissima! Forse sta per morire”.
Fine dei giochi. Lorenzo da vero signore si defila in punta di piedi, la nonna si precipita a toccare ferro da qualche parte.
Zoe ancora non si spiega come mai siano tutti spariti.
Io credo che cambieremo spiaggia.
Oh, come socializza lei, nessuno mai.

2 thoughts on “Socializzare in spiaggia, parte prima”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: