Top

[Questo è un post dello scorso anno, ma non conoscevo ancora molti di voi. Ve lo ripropongo perché Zoe e il suo papà giocano ancora nello stesso modo. E poi, il nascondino piace a tutti, no?].
Ieri sera la Paciuga e il suo babbo giocavano insieme. Lui cercava di spiegarle (invano) le regole del nascondino.
‘Allora, io conto fino a dieci e tu ti nascondi. Però non devi farti trovare. Capito?’.

‘Sì babbo. Allora io mi nascondo sotto il giradischi e tu mi cerchi, ok?’.
‘Non devi dirmi dove ti nascondi’.
‘Dai babbo, conta!’ , e parte di corsa come un razzo.
‘Uno, due, tre…’.
‘Cucù babbooo, sono dietro la tendaaa!’.
‘…quattro, cinque, sei…’.
‘Dai babbo, conta! Sono sotto il tavolo della cucina, qui da mamma!’.
‘…otto, nove, dieci’.
‘Babbo, dai, mi vieni a cercare?!?’.
Prima o poi mia figlia imparerà a giocare secondo le regole.
Ma intanto penso che sia proprio bello avere così tanta voglia di essere trovati da un’altra persona.

Sono Valentina, mamma di città felicemente trasferita in campagna. Anello mancante tra la Fata Turchina e Maga Magò, provo a fare magie insieme ai miei aiutanti Zoe (detta Uga Paciuga) e Michele (aka Gigio). Infeltritrice professionista di maglioncini di lana, cioccolatomane, smemorata, collezionista di aria di mare, fotografie e libri. Sempre alla ricerca dei calzini spaiati ma soprattutto della bellezza nelle piccole cose.

post a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.