Top

Mi ricordo, papà, un pomeriggio di sole. Io piccino così, tu di poche
parole.
Mi ricordo, papà, la tua presa sicura. Io, con te lì a tenermi, non
avevo paura.
Allo specchio due volti, io ti stavo a guardare per capire se in fondo
mi potevo fidare.
Ti ricordi, papà, quelle due facce buffe? Le tue guance barbute, le mie
tutte rosse.
Mi ricordo di abbracci, di corse e risate. Porto sotto la pelle le
belle giornate.
La mia piccola mano nella tua così grande, ricordo i primi passi col
mio papà gigante.
Ero piccolo e incerto, ti ricordi, papà? Mi dicevi Coraggio, io sono
qua.
E sei sempre rimasto, non mi hai mai lasciato. Mi hai fatto il dono di
sentirmi amato.
Chissà un domani come sarà, svegliarmi adulto, lontano da qua.
Pensarti distante ma sempre ad amarmi, chissà se le mie carezze
sapranno arrivarti.
Domani, domani. Oggi siamo qui. Ti amo, papà, abbracciami così.

Sono Valentina, mamma di città felicemente trasferita in campagna. Anello mancante tra la Fata Turchina e Maga Magò, provo a fare magie insieme ai miei aiutanti Zoe (detta Uga Paciuga) e Michele (aka Gigio). Infeltritrice professionista di maglioncini di lana, cioccolatomane, smemorata, collezionista di aria di mare, fotografie e libri. Sempre alla ricerca dei calzini spaiati ma soprattutto della bellezza nelle piccole cose.

Comments:

  • Simona Giacinti

    19 Marzo 2018

    Emozionante ♥️

    reply...

post a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: