Tag: mamma

Lezione di cucina per bambini o degustazione per adulti?

 

Piccoli chef all’opera!


“Io sarò quella con un sorriso da un orecchio all’altro, il calice pieno e i bambini felici.”

Quando ero giovane, alcolizzata (pardon, spensierata) e senza figli seguii un fantastico corso di degustazione di vini.

Ricordo come se fosse ieri la sensazione di non avere fretta e di godermi quell’avventura sensoriale in tutta tranquillità. In pratica entravo sobria, fingevo di capirci qualcosa e uscivo alticcia, con l’analisi sensoriale, il barrique, l’ampiezza del bouquet in testa e tutto il tempo del mondo in tasca.

Poi sono diventata mamma.

Il tempo per me stessa ha lasciato il posto a una stanchezza mostruosa e la mia vita sociale al deserto dei Tartari, almeno i primi tempi.

A volte, soprattutto quando si è genitori principianti (arrivati al livello intermedio è già più semplice, fidatevi e tenete duro), anche un semplice caffè in compagnia sembra un obiettivo fantascientifico. Perché se vuoi uscire, da sola o in coppia, per goderti un evento fra adulti, prima devi ingaggiare i nonni, o una babysitter; poi devi avere la fortuna che i figli non si ammalino di peste bubbonica proprio cinque minuti prima dell’uscita, quando già stavi facendo la ola su un tacco dodici; infine devi sganciarti dalla prole, e per questo ognuno ha il suo metodo: c’è chi sguscia via agile come un ninja senza avvisare, chi fa proclami col megafono dalla settimana prima, chi sembra che parta per la guerra fra pianti e bambini attaccati alle gambe.

Fatto?

Ecco, adesso vi sarà passata la voglia di uscire, oppure, come Cenerentola, avrete un timer con la voce del sergente Hartman inserito sullo smartphone perché a mezzanotte in punto dovrete essere coi piedi sullo zerbino di casa, altrimenti esploderà la zucca (sì, la vostra). Tutto questo non è nemmeno lontanamente rilassante.

La svolta!

Fortunatamente c’è chi pensa alla nostra vita sociale nonché la salute mentale, creando un evento per adulti e bambini, strutturato con due esperienze divertenti e su misura per entrambi. Entrambi felici e rilassati, senza stress o sensi di colpa.
La mia amica Tosca Leboroni di bimbiincucina.com, che da mamma vuole bene tanto ai piccoli quanto ai grandi, ha organizzato qualcosa che qui nelle Marche mancava: sei appuntamenti da nord a sud della regione per tutta la famiglia, con corsi di cucina per i bambini e degustazioni per gli adulti.

Ma quando ci ricapita?

Bambini 6-10 anni che cucinano assieme a chef o produttori, noi che assaggiamo vini e formaggi in compagnia di altri maggiorenni. I piccolissimi potranno comunque cucinare a quattro mani con un genitore.
Sei occasioni di turismo enogastronomico “a casa” di eccellenti produttori del territorio per far scoprire ai più piccoli tutti i segreti degli chef e riscoprire ai grandi la bellezza di una degustazione rilassata. (Ehi, genitori, vi siete accorti di quante parole che credevate perse per sempre tutte in una frase? E non vi è già venuta l’acquolina?).

Ci vediamo lì.

Io sarò quella con un sorriso da un orecchio all’altro, il calice pieno e i bambini felici.


Info & prenotazioni:

www.bimbiincucina.com
WhatsApp 340 474 1237

 

Quasi Pocahontas

Zoe si avvicina e mi fa una carezza sui capelli appena phonati. “Mamma, con questi capelli lisci sei uguale a Pocahontas!”. “Oh, grazie, amore!”. Sto per fare la ruota come un pavone. “…però lei ha […]

Chiamami col mio nome

Può capitare, nella vita, di attraversare periodi di incertezza riguardo alla propria identità: chi sono? Cosa voglio? Dove sto andando? Dedali di domande marzulliane a cui cerchiamo di dare risposta con più o meno fortuna. […]

I meravigliosi due anni

Ho due anni e quando mi stanco di dormire in camera con mia sorella mi infilo nel lettone. Mi piace così tanto sentire l’odore della mamma, il suo calore sotto il piumone. Nessuno ha ancora […]

Sono una cattiva mamma

Sono una cattiva mamma perché detesto i Super Pigiamini e, quando i miei figli e io li guardiamo insieme, sbadiglio spalancando la bocca come un ippopotamo africano. Sono una cattiva mamma perché la sera, dopo […]

Fate la nanna (fuga da Alcatraz)

Ore 21. Sei nella stanza dei tuoi figli, li hai appena stesi al tappeto a suon di fiabe lette con voce suadente e russano come Peppa e George. Li osservi amorevole nella luce soffusa, accarezzi […]

Le mamme, Instagram e la felicità

La mamma con due triliardi di follower su Instagram si sveglia al mattino nella sua camera da letto immacolata, con fiori tropicali freschi sul comodino e scendiletto di crine di unicorno. Mentre si stiracchia sul materasso […]

I figli, il sonno e l’ordine cosmico

La vita di una mamma è fatta anche di misteri insondabili. Al primo posto io metterei senza dubbio la famigerata “Questione Sonno”, scientificamente detta “Perché ca**o i figli dormono come sassi quando la mamma non […]

Dolci speranze

È mentre vi spio giocare insieme, sbirciando da dietro un angolo della sala per riempirmi gli occhi di quanto incredibili siate, che dici a tuo fratello “Aspetta, amore, ti insegno io”.

Il posto sbagliato

Essere mamma* vuol dire essere nel posto sbagliato. Sei nel posto sbagliato quando, dopo aver partorito, ti ritrovi in stanza una “collega” con la voce di Puffetta che passa il tempo blaterando al telefono di […]

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.